Differenza tra gru e paranco: comprendere i loro ruoli nel lavoro di sollevamento

Pubblicato:
Differenza tra gru e paranco: comprendere i loro ruoli nel lavoro di sollevamento

Nel mondo dell'edilizia, della produzione e delle operazioni industriali, il sollevamento e lo spostamento di carichi pesanti è un compito fondamentale che richiede attrezzature specializzate. Due delle macchine più comunemente utilizzate per questo scopo sono i montacarichi e le gru. Sebbene entrambi siano progettati per sollevare e abbassare oggetti, presentano nette differenze nel design, nelle capacità e nelle applicazioni.

Comprendere le differenze tra gru e paranchi, i loro componenti e le loro applicazioni è fondamentale per selezionare l'attrezzatura giusta per un compito di sollevamento specifico e garantire operazioni sicure ed efficienti. In questo articolo approfondiremo le principali distinzioni tra queste due macchine di sollevamento ed esploreremo il loro ruolo in vari settori.

Perché le persone confondono un paranco e una gru?

Potresti ritrovarti a confondere un paranco e una gru, e non sei solo in questo. I termini sono spesso usati in modo intercambiabile, ma descrivono apparecchiature diverse. Ecco alcuni motivi per cui questa confusione è comune:

  • Funzioni simili: Sia le gru che gli argani sono coinvolti nel processo di sollevamento, il che può dare l'impressione che siano la stessa cosa. Lavorano insieme per spostare materiali pesanti, ma svolgono ruoli distinti all'interno di questo compito.
  • Sovrapposizione visiva: In molti luoghi di lavoro, in particolare nei cantieri edili, i paranchi fanno parte dei gruppi gru. Potresti vedere un paranco attaccato a una gru, rendendo difficile distinguere dove finisce uno e inizia l'altro.
  • Abitudini linguistiche: A volte, le persone possono riferirsi all’intero sistema di sollevamento come a un “paranco”, perché il paranco è fondamentale per il sollevamento vero e proprio. Questa abitudine contribuisce a creare confusione sulla funzione di ogni apparecchiatura.

Differenza principale tra gru e paranco

Quando osservi i macchinari in un cantiere edile, potresti vedere sia le gru che i montacarichi in azione. È importante capire che, nonostante le loro funzioni simili, servono a scopi distinti.

Le principali differenze tra un paranco e una gru sono i componenti, la gamma di movimento e le applicazioni:

  1. Componenti: Un paranco è un singolo componente che esegue il sollevamento, mentre una gru è una macchina più complessa che incorpora un paranco insieme ad altri componenti, come un carrello e un ponte, per consentire il movimento multidirezionale.
  2. Gamma di movimento: I paranchi possono spostare i carichi solo verticalmente su e giù lungo un singolo asse. Al contrario, le gru possono spostare i carichi sia verticalmente che orizzontalmente, fornendo mobilità multidirezionale per trasportare carichi attraverso un'area di lavoro.
  3. Applicazioni: I paranchi sono adatti per sollevare carichi pesanti su e giù in una posizione fissa. Le gru offrono una maggiore flessibilità e vengono utilizzate quando è necessario sollevare carichi e spostarli orizzontalmente in diverse posizioni. Le gru forniscono una copertura completa dello stabilimento o del cantiere.

Cos'è la gru

Cos'è la gru

Una gru è una macchina potente che combina macchine semplici per sollevare e spostare carichi pesanti con un braccio, un paranco e un sistema di pulegge ed è disponibile in molte configurazioni per adattarsi a diverse applicazioni di sollevamento nell'edilizia, nella produzione, nei trasporti e in altri settori

Tipi comuni di gru

Le gru possono essere fisse o mobili: 

  1. Gru mobili:
  • Gru tuttoterreno: Dotati di pneumatici e di un telaio robusto, possono spostarsi su varie superfici, dalle strade cittadine ai terreni accidentati e irregolari.
  • Gru fuoristrada: Progettato per ambienti esterni impegnativi con pneumatici fuoristrada, trazione integrale, bracci telescopici e stabilizzatori per la manovrabilità in spazi ristretti.
  • Gru montate su camion: Montati su camion per un facile trasporto da una località all'altra, offrono installazione e trasferimento rapidi.
  • Gru cingolate: Dotati di binari per garantire stabilità e mobilità attraverso paesaggi impegnativi, vengono utilizzati per progetti su larga scala come la costruzione di ponti e lavori infrastrutturali.
  1. Gru a torre:
  • Gru martello: Simile a una L capovolta, il braccio rimane a un livello prestabilito e può ruotare, comunemente utilizzato nelle banchine di carico e nei cantieri stretti.
  • Gru a torre orzanti: Simili alle gru a martello ma con un braccio che può essere sollevato e abbassato, garantendo maggiore flessibilità ed efficienza in spazi più piccoli.
  • Gru automontanti: Progettati per un facile montaggio e smontaggio, sono ideali per lavori a breve termine e spazi ristretti ma hanno capacità di sollevamento inferiori.
  1. Gru a ponte:
  • Gru a ponte: Costituito da due travi con un paranco che viaggia lungo il ponte, utilizzato in ambienti industriali per spostare i carichi nello spazio sopraelevato.
  • Gru a portale: Un tipo di carroponte supportato da montanti in acciaio con telaio ad A, comunemente utilizzato nelle banchine e nei porti di spedizione.
  • Gru a bandiera: Gru a parete o a pavimento con paranco mobile, utilizzate per compiti ripetitivi nelle postazioni di lavoro.
  • Gru telescopiche: Dotati di un braccio idraulico che può cambiare lunghezza come un telescopio, sono altamente adattabili a varie situazioni e spesso montati su camion per il trasporto.
  • Gru galleggianti: Utilizzati per progetti marini e offshore, sono montati su chiatte o navi e sono dotati di sistemi avanzati di stabilizzazione per contrastare correnti e onde.

Componenti principali della gru

  • Gancio: Il gancio è una delle parti più riconoscibili e importanti di una gru. È il principale punto di collegamento tra la gru e il carico da sollevare.
  • Sollevamento: Il paranco è il componente responsabile del sollevamento e dell'abbassamento del gancio e del carico collegato. È costituito da un tamburo per cavi, un motore e un ingranaggio.
  • Boom: Il braccio è il grande braccio estensibile che sostiene il carico. Permette alla gru di spostare oggetti pesanti e inviare materiali lontano dalla base. Esistono due tipi di bracci: bracci a traliccio (realizzati in acciaio strutturale) e bracci idraulici (che utilizzano cilindri idraulici per estendersi e ritrarsi).
  • Fiocco: Il braccio è un braccio che si estende orizzontalmente dal braccio, fornendo uno sbraccio maggiore quando necessario per spostare carichi più grandi o più lunghi che richiedono che la gru sia più lontana durante il movimento.
  • Contrappesi: I contrappesi sono masse grandi e pesanti fissate alla base rotante della gru. Impediscono il ribaltamento della gru durante il sollevamento di carichi pesanti bilanciando il peso.
  • Stabilizzatori: Gli stabilizzatori sono bracci estensibili con cuscinetti che si estendono orizzontalmente dalla base della gru. Forniscono stabilità e supporto, impedendo il ribaltamento della gru durante il funzionamento.
  • Cabina dell'operatore: La cabina dell'operatore è il luogo in cui siede l'operatore della gru e controlla i movimenti della gru utilizzando varie leve, pedali e interruttori.

Quali sono le applicazioni della gru?

  • Costruzione: Le gru svolgono un ruolo fondamentale nella costruzione di edifici, ponti e altre strutture.
  • Produzione: Spostano materie prime, parti e prodotti finiti attraverso le fabbriche.
  • Trasporti: Le gru caricano e scaricano merci pesanti nei porti e negli scali ferroviari.
  • Energia: Utilizzato nella costruzione di turbine eoliche e nella manutenzione di linee di trasmissione di energia elettrica.

Cos'è il paranco

Cos'è il paranco

Un paranco è un dispositivo di sollevamento che sfrutta il vantaggio meccanico tramite pulegge, catene o cavi per sollevare, abbassare o spostare carichi pesanti verticalmente e può essere alimentato o azionato manualmente a seconda dell'applicazione e dei requisiti.

Il tipo comune di paranco

I paranchi possono essere azionati manualmente, elettricamente o pneumaticamente, ciascuno adatto a compiti specifici:

  • Montacarichi elettrici: Questi paranchi a fune metallica sono alimentati dall'elettricità e utilizzano un motore per sollevare e abbassare i carichi. Sono affidabili, versatili e adatti a un'ampia gamma di attività di sollevamento in vari settori
  • Sollevatori manuali: Conosciuto anche come paranchi a catena manuali, blocchi di catena o paranchi a leva, questi paranchi vengono azionati manualmente tirando una catena o una leva. Sono portatili, facili da usare e ideali per attività di sollevamento di piccole dimensioni in cui l'elettricità non è disponibile.
  • Paranchi pneumatici/pneumatici: Questi paranchi utilizzano aria compressa per sollevare e abbassare i carichi. Sono adatti per l'uso in ambienti pericolosi o esplosivi dove i paranchi elettrici non sono sicuri.

I componenti principali del paranco

I componenti chiave che costituiscono un paranco includono:

  • Gancio Superiore o Mezzi di Sospensione: Collega il paranco alla sua struttura portante, come una gru o una trave.
  • Gancio inferiore o blocco di carico: Si collega direttamente al carico da sollevare ed è costituito da un gancio, una parte girevole, un cuscinetto, pulegge, perni e telaio.
  • Chiusura a gancio o chiusura di sicurezza: Blocca saldamente il gancio sul suo punto di attacco per evitare il disinnesto accidentale.
  • Caricare catena, fune o fune metallica: Il mezzo di sollevamento che corre tra il gancio inferiore e il meccanismo di sollevamento del paranco.
  • Guida per tamburo e corda: Componente cilindrico che guida e avvolge su se stesso la catena/fune durante il sollevamento o l'abbassamento del carico.
  • Meccanismo di sollevamento/abbassamento: Il nucleo del paranco, generalmente costituito da ingranaggi, pulegge e un motore che offre il vantaggio meccanico di sollevare carichi pesanti.
  • Telaio o alloggiamento del paranco: Funge da spina dorsale strutturale del paranco e contiene il meccanismo di sollevamento e altri componenti chiave.

Quali sono le applicazioni del paranco?

I paranchi sono utilizzati in vari settori, tra cui:

  • Costruzione: Per il sollevamento di materiali da costruzione.
  • Produzione: Per l'assemblaggio di macchinari pesanti.
  • Magazzinaggio: Per spostare l'inventario.
  • Settore automobilistico: Nelle attività di manutenzione e assemblaggio.
  • Spedizione: Per caricare e scaricare merci.

Scegliere l'attrezzatura giusta

Di fronte alle numerose opzioni per la movimentazione dei materiali, è essenziale considerare le vostre esigenze specifiche per garantire la massima efficienza e produttività. Ecco come scegliere tra una gru e un paranco per i tuoi progetti.

  • Gru:
    • Ideale per oggetti pesanti e carichi di grandi dimensioni.
    • Offre un'ampia gamma di movimenti; può spostare i carichi verticalmente, orizzontalmente e lungo più assi.
    • Adatto per siti di progetto estesi in cui le distanze sono significative.
    • Le dimensioni possono variare da gru mobili più piccole a gru a torre imponenti.
  • Sollevamento:
    • Il punto di riferimento per il sollevamento verticale dei materiali.
    • Più compatto e adatto agli spazi più piccoli dove le gru potrebbero non essere pratiche.
    • Solitamente gestisce compiti più leggeri.
    • Elevata produttività nelle operazioni di sollevamento ripetitive grazie al suo funzionamento semplice.

Considerare il carico: prima di selezionare l'attrezzatura, valutare il peso e le dimensioni del materiale da movimentare. Ecco come la scelta dell'attrezzatura è correlata alla capacità di carico:

La tua scelta dovrebbe tenere conto anche della frequenza dei movimenti e dell'efficienza richiesta. Le gru sono più adatte a compiti complessi e a trasporti su larga scala, mentre i paranchi offrono semplicità e velocità per sollevamenti verticali più semplici.

Domande frequenti

Quali componenti costituiscono il meccanismo di sollevamento di una gru?

Il meccanismo di sollevamento di una gru comprende generalmente un tamburo, un motore, una fune metallica o una catena e un gancio di sollevamento. Questi componenti lavorano insieme per consentire alla gru di sollevare e abbassare i carichi con precisione e controllo.

Quali fattori distinguono un ascensore da un montacarichi in termini di applicazioni?

Un ascensore si riferisce generalmente ad attrezzature progettate per il trasporto di persone o merci tra i piani di un edificio, mentre un montacarichi si concentra esclusivamente sul sollevamento e l'abbassamento di merci in un ambiente industriale. I due termini riflettono casi d'uso diversi: ascensori per il trasporto verticale all'interno di strutture e montacarichi per la movimentazione dei materiali.

In che modo le gru incorporano macchinari di sollevamento nella loro progettazione?

Le gru utilizzano spesso macchinari di sollevamento integrando un paranco nella loro struttura montato su carrello che consente il movimento lungo un ponte o un braccio. Questa combinazione facilita sia il sollevamento verticale da parte del paranco che il movimento aggiuntivo lungo la struttura della gru per un posizionamento preciso dei carichi.